Storie Incredibili

Se è vero -dato che nessuno lo sa- che il 25 dicembre siano nati -sparo nomi e luoghi più o meno a caso- Gesù a Betlemme, Horus nell’antico Egitto, Virishna in Medio Oriente, Attis in Asia minore, Krishna in India, Mithra in Persia, Zarathuštra nell’Asia centrale, e anche Tammuz in Mesopotamia, Quetzalcoat, Huitzilopochtli e Bacab in Messico, Alcide, Apollo, Ercole, Zeus e Dioniso in Grecia, Marduk e Adad in Assiria, Zulis, Osiride e Iside anch’essi in Egitto, Adone in Siria, Odino, Balder e Frey in Scandinavia, Bali in Afghanistan, Baar in Fenicia, Jao in Nepal, Xamolxis in Tracia, Zoar tra i Bonzi (bel nome per una band elettronica), Beddru in Giappone, Issione e Quirino a Roma, Prometeo nel Caucaso, Indra in Tibet, Deva Tat in Siam, Thor in Gallia, Ischy nel’Isola di Formosa, e Fohi e Tien in Cina, accomunati tutti da storie incredibili tramandate per millenni, con vicende molto simili tra loro come l’Immacolata Concezione, la stella premonitrice dall’est, i discepoli, i miracoli, la morte su qualcosa fatta di legno, la resurrezione dopo tre giorni, la curiosità aumenta e continuo a guardare l’anagrafe, scorro velocemente passando per Berenice II dall’antica Grecia, una Cleopatra figlia di due genitori ben più famosi, Margherita d’Austria, Papa Pio VI dalla Romagna, fino ad arrivare finalmente ai giorni nostri, con Humphrey Bogart da New York, Annie Lennox da Aberdeen, ed ecco che in Italia nascono Gué Pequeño in Lombardia, Cristél Carrisi in Puglia figlia di Albano e Romina, e Marco Mengoni nel Lazio, e allora guardo il cielo sperando di trovare una stella premonitrice che faccia di nuovo nascere qualcuno che salvi il mondo e che faccia risalire la traiettoria del sole nel cielo, che i santi e profeti possano tornare a trovarci, che ci siano di nuovo storie incredibili da raccontare. Buone Feste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.